Come sostenere chi assiste malati di demenza?
29 Giugno 2020
Quale estate per i bambini dai 6 ai 10 anni?
7 Luglio 2020

L’esperienza della pandemia e del lockdown ha visto aumentare incertezze, paure, ansie, noia ed irritabilità.
Sia negli adulti che nei bambini.
Una modalità utile per parlare di queste emozioni con i più piccoli, sia in famiglia che negli altri contesti educativi, è la lettura condivisa di storie.
Esistono molti libri illustrati per bambini che affrontano le diverse sfumature emotive.

L’Associazione EMDR Italia, che si occupa proprio di aiutare a superare situazioni traumatiche, ha voluto donare gratuitamente un libro, scritto da Ana M. Gomez apposta per parlare di Coronavirus con i bambini.

Il testo è scaricabile gratuitamente a questo link:

https://emdr.it/wp-content/uploads/2020/04/libro-gomez-bambini-italiano.pdf

Attraverso la lettura condivisa ad alta voce si rinsalda innanzitutto il legame di attaccamento tra genitori e figli, come spiega anche Gianni Rodari ne La grammatica della fantasia:
“Prima di tutto la fiaba è per il bambino uno strumento ideale per trattenere con sé l’adulto. La madre è sempre tanto occupata, il padre appare e dispare secondo un ritmo misterioso, fonte di ricorrenti inquietudini. Di rado l’adulto ha tempo di giocare con il bambino come piacerebbe a lui, cioè con dedizione e partecipazione completa, senza distrarsi. Ma con la fiaba è diverso. Fin che essa dura, la mamma è lì, tutta per il bambino, presenza durevole e consolante, fornitrice di protezione e sicurezza”.

La storia dell’ostrica e della farfalla ricorda infine a tutti, grandi e piccini, che è possibile attivare le nostre risorse anche e soprattutto nelle situazioni di difficoltà.

Buona lettura!

Ilaria Cortinovis
Psicologa Psicoterapeuta
Referente Area Gruppi
Fondazione Guzzetti
Consultori Familiari Mancinelli – Kolbe