Parenthood – Il sapore della ripartenza: tra desiderio e timori – 3 novembre 2020
20 Ottobre 2020
Parenthood – intervista a Daniela Frizzele e Sara Pelucchi
22 Ottobre 2020

Lunedì 26 ottobre alle ore 18.30 si terrà il primo webinar del percorso Parenthood.

Il webinar è indirizzato a tutti i genitori con figli da 0 a 6 anni.
E sarà tenuto da due operatrici di Fondazione Guzzetti: la dottoressa Ilaria Cortinovis e la dottoressa Sarah Pedrazzi.

Per leggere la loro biografia, scarica qui quella di Ilaria Cortinovis.
Mentre per quella di Sarah Pedrazzi, scarica qui

Le incontriamo per cominciare ad entrare negli argomenti del webinar del 26 ottobre e per conoscerle meglio.


ILARIA CORTINOVIS

Ilaria, nel corso degli anni ti sei specializzata nell’accompagnamento dei genitori dalla gravidanza al post-parto. Di che cosa hanno bisogno, secondo te, i genitori di figli piccoli in questo particolare momento?
“Nell’affiancare i genitori in alcuni momenti critici del percorso evolutivo, mi sono resa conto dell’importanza dell’accompagnamento riservato alle neo-mamme, dal momento dell’attesa al delicato periodo del post-parto, come prevenzione di sintomi depressivi e per favorire un legame di attaccamento sicuro mamma-bambino. Durante questo periodo abbiamo individuato alcuni bisogni specifici. Ecco perchè nel webinar suddivideremo il lavoro tra genitori con figli molto piccoli (0-3 anni) e genitori con figli in età da scuola dell’infanzia (3-6 anni). Ci chiederemo: Com’è diventare genitori nel 2020? Quali sono state le conseguenze del lockdown sui più piccoli? Che cosa abbiamo imparato di noi e dei nostri figli durante la pandemia? L’obiettivo è quello di arrivare ad ottenere una comprensione efficace di quanto abbiamo vissuto nei mesi scorsi, condividendo risorse e strumenti, per affrontare la ripartenza”.

Parlaci ora un po’ di te. Di cosa ti occupi nello specifico? Quali sono i tuoi ambiti professionali?
“Il mio principale interesse è lo studio e la cura delle relazioni interpersonali, avendo a cuore il benessere della coppia e della famiglia. Conduco terapie individuali con pazienti adulti che presentano problematiche psicologiche personali e relazionali, con un’attenzione specifica all’elaborazione di esperienze traumatiche. Propongo anche incontri di psicoterapia di coppia e della famiglia. Mi sono recentemente avvicinata allo studio e all’applicazione clinica della Mindfulness. Sia come professionista che come mamma, credo nel lavoro congiunto tra professionisti e famiglia, sia in ambito clinico che scolastico. Ho sviluppato nel corso degli ultimi anni una “sana ossessione” per la letteratura e la musica per l’infanzia, come strumento di lavoro con le famiglie e a scuola”.


SARAH PEDRAZZI

Ilaria Cortinovis non sarà sola a proporre il webinar di lunedì 26 ottobre. Al suo fianco ci sarà Sarah Pedrazzi, che in Fondazione Guzzetti conduce corsi di accompagnamento alla nascita per coppie e gruppi di accompagnamento per il post parto per dare supporto alla genitorialità.
Il mio amore incondizionato per i bambini, per la gravidanza e per le coppie mi ha guidato in un ricco cammino di formazione, in cui ho scoperto davvero un mondo sconosciuto, estraneo al mondo dell’università, per cui da subito ho iniziato come potevo a diffondere quanto ho imparato, inventandomi per esempio corsi di accompagnamento a domicilio per le coppie in attesa. Questo percorso professionale mi ha permesso anche di diventare mamma di due bambini e di partorire il secondo figlio in casa per poter godere di tutta l’intimità e rispetto che un parto necessita. Quindi tutto quello che trasmetto non è solo teorico, ma anche attraversato dal mio corpo”.
Sarah, ti occupi della fascia perinatale. Che cosa significa?
“Si tratta del periodo che va dall’idea di avere un figlio, attraversa i vissuti della gravidanza fino ad arrivare ai primi tre anni di vita del bambino. Credo che questa sia la fase più importante, fondamentale per crescere bene e prevenire disturbi psicologici, mettere le basi sicure per avere una forte autostima e personalità”.
Più specializzata nei bambini o negli adulti, quindi?
“Nonostante l’amore smisurato che ho per i bambini (per cui starei le ore a giocare per terra con loro) alla fine lavoro sempre con i genitori proprio per aiutarli, informarli e dare loro più strumenti possibili per godersi la loro genitorialità e il loro tempo prezioso con i propri bambini. Il bambino di oggi sarà l’adulto di domani per cui fondamentale conoscere bene tutti i passaggi di questa fase per vivere bene e per migliorare la società in generale”.
Obiettivo del webinar del 26 ottobre infatti è proprio quello di indicare ai genitori possibili strade per una ripartenza sicura e un equilibrio sano in famiglia.
“Certamente! Aiutare le coppie in questo passaggio è difficile, soprattutto nella società in cui siamo oggi, ma davvero gratificante una volta che si riescono a raggiungere le persone. Un lavoro delicato, dietro le quinte, di prevenzione importante, che mi emoziona ogni giorno di più”.