Bilancio sociale 2023
31 Maggio 2024

Il progetto Raise dopo due anni di sperimentazione

Raise – Sistema Antiviolenza è un progetto a sostegno delle donne e dei minori, vittime di violenza diretta o assistita, che ha l’obiettivo di facilitare la prevenzione, l’emersione e la presa in carico di casi di violenza attraverso attività di sensibilizzazione, informazione e formazione.

Avviato a luglio 2022, Raise è ormai in fase di chiusura, essendo stato un progetto sperimentale della durata di due anni, che ha visto coinvolti cinque partner (Fondazione Centro per la Famiglia Cardinal Carlo Maria Martini, Centro per la Famiglia, Fondazione Fare Famiglia, Fondazione Guzzetti e FeLCeAF), per un totale di 17 consultori familiari privati accreditati di Milano Città Metropolitana.

Più di 350 operatori e operatrici dell’area psicosociale (psicologi, psicoterapeuti, assistenti sociali, pedagogisti, ostetriche, mediatori familiari, ginecologhe e avvocati) hanno rafforzato le proprie competenze e consolidato il lavoro di prevenzione nelle scuole dei territori di competenza e nei luoghi informali, come gli oratori e le società sportive. Inoltre è stato definito un modello di intervento comune da attuare all’interno dei consultori, in collaborazione con le Reti/Centri Antiviolenza, i Tribunali Ordinari o dei Minori, i Servizi Sociali, i Pediatri e i Medici di base e le Forze dell’Ordine.

È prevista per venerdì 14 giugno la serata di restituzione dei risultati, conseguiti in questi due anni di sperimentazione, presso la bella cornice dell’auditorium San Marco (piazza San Marco, 2 – Milano) nel cuore della città di Milano.
Si comincia alle ore 18:00 con la rappresentazione teatrale dello spettacolo “Credi davvero che sia sincero”, tratto dal romanzo di Roberto Ottonelli e a cura dell’Associazione “Difesa Donne: Noi ci siamo”.
Dopo l’aperitivo è prevista l’esposizione dei risultati di Raise a cura di Elena Scotti e Simona Mori (Fondazione Centro per la Famiglia Cardinal Carlo Maria Martini) e le testimonianze della prof.ssa Paola Riccardi (Istituto C.F.P. Canossa di Magenta), della prof.ssa Francesca Tucci e del prof. Marco Bonesini (Liceo Statale Virgilio di Milano), in rappresentanza delle scuole dove si sono svolti i corsi di formazione per alunni/e e docenti sulla violenza di genere.

Riportiamo qualche dato, per avere un’idea della portata che Raise ha avuto sulla città di Milano, soprattutto in ambito scolastico. Nel corso dei due anni appena trascorsi sono stati realizzati 298 percorsi formativi, con i quali sono stati raggiunte 6.410 persone, di cui 2.132 adulti e 4.278 minorenni. Il grande coinvolgimento di educatori/educatrici, insegnanti e docenti ha evidenziato il forte bisogno di questi adulti di ricevere una formazione adeguata su tematiche del genere, sempre più presenti in ambito scolastico, per le quali non viene conferito alcuno strumento al corpo docente. I temi affrontati nelle scuole sono stati relativi al significato della relazione, all’importanza dell’identità, agli stereotipi di genere, ai segnali deboli della violenza e a tutte le declinazioni che questo termine porta con sé: verbale, economica, sessuale, fisica, assistita, psicologica… Per studenti e studentesse gli incontri di formazione Raise sono stati “occasione per pensare, utile per riflettere su argomenti scottanti, avere delle risposte, comprendere alcuni aspetti di noi, trovare strategie per affrontare momenti di difficoltà” come testimoniano alcuni adolescenti.

Pur concludendosi il finanziamento previsto da Fondazione Comunità Milano Onlus, il progetto Raise proseguirà in una forma che sarà illustrata proprio nella serata di venerdì 14 giugno, per consentire alle vittime di violenza di proseguire la presa in carico psicologica e alle scuole di Milano di continuare a ricevere formazione specializzata.

Info: www.raise-antiviolenza.org.

 

Marta Valagussa